Stampa
Categoria: Lavoro e sindacato
Creato Mercoledì, 02 Maggio 2018

25 Aprile e Primo Maggio a Bologna, di Luciano Nicolini (n°212)Manifestazione del 25 aprile a Bologna

Scrive Il Resto del Carlino del 24 aprile 2018: «Con il passare degli anni cresce il numero dei supermercati aperti il 25 aprile e il 1° maggio. Anche a Bologna, sebbene si tratti di una città  che sente molto queste due feste laiche. Ma i tempi cambiano e le abitudini anche

Non per Coop Alleanza 3.0, che ha deciso di tenere chiusi tutti i suoi negozi sia per la Festa della Liberazione sia per quella dei lavoratori.

Conad, invece, ha lasciato libertà di scelta ai singoli punti vendita. (…)  Il 1° maggio nessuna eccezione: serrande abbassate ovunque.

Anche i lavoratori di Esselunga faranno festa martedì prossimo. Ma non domani (…).

C’è poi chi deroga del tutto e diserta entrambe le festività. Si tratta dei supermercati aperti sia il 25 aprile sia il 1° maggio: i Carrefour Express. (…). Fa eccezione l’ipermercato dello Shopping Gran Reno, a Casalecchio (…), aperto dalle 9 alle 20 il 25 aprile ma chiuso per la festa del lavoro.

Tra i più impegnati i dipendenti dell’Eurospin. Domani e il 1° maggio, infatti, i carrelli circoleranno nei punti vendita (…)».

È vero: il 25 Aprile e il Primo Maggio, a Bologna, sono festività ancora abbastanza sentite, anche se assai meno di qualche decennio fa. Per ciò che concerne la prima, anniversario della Liberazione (che però a Bologna si ebbe il 21 aprile del 1945), il merito è soprattutto dei compagni della sinistra che, da qualche anno a questa parte, organizzano una partecipatissima festa in via del Pratello. Ad essa si affianca un corteo che quest’anno è partito dal quartiere Barca e, dopo tre ore di cammino, si è concluso, appunto, in via del Pratello, dove Walter Siri ha tenuto un breve comizio.

Non si tratta di eventi straordinari, intendiamoci. Ma, con i tempi che corrono, tenere viva la memoria della vittoria contro il fascismo non è cosa da trascurare. Soprattutto per contrastare una vergognosa narrazione che, col pretesto delle violenze accadute nel corso della guerra, tende a mettere vincitori e vinti sullo stesso piano. 

Buono anche il segnale dato dalle Coop con la chiusura dei supermercati in occasione delle due festività. Segnale che ha indotto  Conad ed Esselunga ad accodarsi, almeno in occasione del Primo Maggio.

Per quanto riguarda gli altri esercizi, in tale occasione l’Unione Sindacale Italiana ha proclamato e pubblicizzato lo sciopero generale.

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

25 Aprile e Primo Maggio a Bologna, di Luciano Nicolini (n°212) - Cenerentola Info
Joomla theme by hostgator coupons

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’utilizzo, consulta questa pagina. Cliccando su "CHIUDI" ovvero proseguendo la navigazione sul sito si presta il consenso all’uso di tutti i cookie.